Archivi giornalieri: 25 luglio 2012

WPC 2012

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

I motori di WPC 2012 si sono messi in moto anche quest’anno, per la più grande conferenza italiana sulle tecnologie Microsoft.

La 19^ edizione vedrà numerose nuove versioni di software Microsoft, da Windows Server 2012 a Windows 8, da Visual Studio 2012 al nuovo Windows Phone, da SQL Server 2012 a Sharepoint Server 2013 e molto altro.

Cliccate sull’immagine e iscrivetevi al più presto, prima di perdere il posto!

Nuova mailing list

Se volete restare aggiornati sulle mie pubblicazioni, ricevendo un avviso direttamente nella vostra e-mail, inviate un messaggio all’indirizzo mailinglist@deghetto.it con il seguente contenuto:

Oggetto: “iscrizione” (o “cancellazione” se non volete più ricevere)
E-mail: indirizzo e-mail (se non è lo stesso del messaggio che inviate)
Note: eventuali note aggiuntive o messaggio

Libro "VB 2010 spiegato a mia nonna" (11)

Programmazione funzionale

La programmazione funzionale è un paradigma che prevede un flusso di programmazione costituito completamente da una serie di funzioni matematiche da valutare.

I vantaggi principali di questo tipo di programmazione sono costituiti dall’assenza di effetti collaterali e quindi da una più semplice manutenzione dei programmi, da un’assenza di errori e da una maggiore ottimizzazione.

La troviamo più in ambito accademico che in ambito industriale.

Un esempio di linguaggio che aderisce al paradigma della programmazione funzionale è F# (si legge “èf-sciàrp”), il nuovo linguaggio di Microsoft disponibile in Visual Studio 2010, quindi un linguaggio della grande famiglia .NET. Altri linguaggi molto noti che aderiscono alla programmazione funzionale sono LISP e LOGO, ma anche Ruby, Python e Perl possono utilizzare uno stile funzionale.

Un breve esempio di programmazione funzionale in F#:

(* Commento *)
printf “I’m VB or I’m F#?”
(* funzione ricorsiva per stampare una lista di elementi *)
let rec printlist lst =
   if lst = [] then ()
   else printfn “%d” (List.hd lst)
      printlist (List.tl lst)

(…segue…)

Fonte: Cap. 1 – libro “Visual Basic 2010 spiegato a mia nonna”, Edizioni FAG Milano, Autore Mario De Ghetto, 2011, http://bit.ly/NRO6Cn.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 844 follower