Archivi giornalieri: 31 luglio 2012

Libro "VB 2010 spiegato a mia nonna" (17)

Polimorfismo

Il concetto di polimorfismo non è facile da spiegare ed è uno dei più difficili da comprendere, ma ci proveremo.

Prima di tutto il significato della parola polimorfismo: questa parola deriva dal greco, dalla composizione di due parole, “poli = molte” e “morfo = forma”, quindi rappresenta la possibilità di avere molte forme diverse in base al contesto.

Per polimorfismo si intende la possibilità di interagire con due o più classi, dotate di un insieme di metodi e di proprietà comuni, senza dover identificare esattamente il tipo di oggetto con il quale si sta lavorando.

Per esempio, potremmo realizzare una collezione di oggetti di tipo Animali in grado di accogliere uno o più riferimenti a oggetti di tipo Cane, Gatto e Canarino. Ognuna delle classi specializzate Cane, Gatto e Canarino avrà anche dei metodi e degli attributi specializzati che caratterizzano la particolare classe. Per esempio il Gatto miagola, ma il Cane abbaia.

Altri metodi e attributi, invece, saranno comuni: tutti gli animali mangiano, si muovono, dormono ecc. Questi elementi comuni permettono di classificarli come animali e quindi di inserirli in insiemi omogenei, come la citata classe Animali.

Non preoccupatevi se non avete capito completamente i tre pilastri della programmazione orientata agli oggetti: ereditarietà, incapsulamento e polimorfismo.

Ci sono ancora tanti aspetti da esaminare e quindi lo faremo in un capitolo dedicato, con molti esempi di codice.

(…segue…)

Fonte: Cap. 1 – libro “Visual Basic 2010 spiegato a mia nonna”, Edizioni FAG Milano, Autore Mario De Ghetto, 2011, http://bit.ly/NRO6Cn.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 846 follower