Libro "VB 2010 spiegato a mia nonna" (46)

Gruppo di schede (Tab Group)

Il Gruppo di schede è l’insieme delle “linguette” che permette di scegliere tra le pagine attualmente aperte, quella che vogliamo visualizzare nell’area centrale.

Nota – Il Gruppo di schede simula il sistema per cercare più facilmente un nome in una rubrica telefonica personale: così come basta porre un dito sull’etichetta che interessa e aprire la rubrica per trovare subito tutti i nomi che iniziano con la lettera corrispondente, allo stesso modo il Gruppo di schede consente, con un semplice clic, di attivare la scheda che interessa.

Possiamo attivare una finestra a scelta semplicemente facendo un clic sulla linguetta corrispondente (Figura 3. 7).

image

Figura 3. 7 - Il gruppo di schede.

le linguette possono contenere anche un asterisco (*) nel caso in cui il contenuto della finestra corrispondente sia stato modificato ma non ancora salvato (come per il file Module1.vb indicato in figura).

l’area centrale, denominata Finestra documenti (Document windows), è una zona preposta ad accogliere l’editor di codice per vari linguaggi e metalinguaggi come i fogli di stile (CSS) o i file XML, l’editor del file di risorse quali le stringhe di testo, le immagini, le icone, i file audio e altro.

A meno che non sia stata chiusa dall’utente, è sempre presente la pagina denominata Pagina Iniziale (Start Page), come abbiamo già visto nella Figura 3.1. nel caso sia stata chiusa, possiamo comunque riaprirla con la voce di menu Visualizza > Altre Finestre > Pagina iniziale (View > Other Windows > Start page).

Nota – Quando viene riaperto un progetto, Visual Studio apre tutti i file che risultavano aperti nella sessione precedente, presentando per ognuno una finestra e la corrispondente linguetta nel Gruppo di schede (Tab Group). Poiché questa operazione può essere piuttosto lunga, soprattutto se il numero di finestre da riaprire è elevato, si consiglia di chiudere sempre le finestre dei file che non si intende utilizzare, prima di chiudere Visual Studio. In questo modo, alla riapertura del progetto i tempi di caricamento saranno inferiori.

(…segue…)

Fonte: Cap. 3 – libro “Visual Basic 2010 spiegato a mia nonna”, Edizioni FAG Milano, Autore Mario De Ghetto, 2011, http://bit.ly/NRO6Cn.
Potete acquistarlo anche su Amazon.it!

Pubblicato il 28 agosto 2012, in Programmazione, VB2010SAMN, VS 2010 con tag , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 843 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: