Libro "VB 2010 spiegato a mia nonna" (48)

Barra degli strumenti Standard

Questa barra degli strumenti è sempre presente e permette di eseguire le operazioni più comuni come l’apertura di un progetto o il salvataggio dei file modificati. Si esamineranno ora i pulsanti presenti in questa barra, concentrandosi su quelli che attivano funzioni particolari legate alla programmazione.

image

Figura 3. 8 – la barra degli strumenti Standard: per motivi di spazio è stata spezzata su due righe. Il pulsante cerchiato in nero si riferisce a Team Explorer e quindi è presente in Visual Studio 2010 ma non in Visual Basic 2010 express.

Nuovo Progetto (New Project)

In Visual Studio 2008 il pulsante permette soltanto la creazione di nuovi progetti e quindi visualizza solo le seguenti scelte: Nuovo progetto (New Project) e Nuovo sito web (New Web Site). non c’è invece traccia di pulsanti per l’apertura di un sito web o di un progetto già esistenti e, pertanto, possiamo eseguire queste operazioni esclusivamente attraverso il menu File.

Nota – È possibile personalizzare le barre degli strumenti aggiungendo o rimuovendo pulsanti, attraverso la piccola freccia presente sull’estremità destra di ciascuna barra. Cliccando sulla voce Aggiungi o rimuovi pulsanti (Add or remove buttons) sarà così possibile aggiungere il comando Apri progetto (Open project) alla barra o qualsiasi altro comando disponibile.

Se facciamo un clic sul pulsante Nuovo progetto vedremo apparire una finestra per la scelta del modello di progetto desiderato. nella Figura 3. 9 potete osservare i progetti che possono essere aperti in Visual Basic 2010 express, mentre nella Figura 3.10 sono visualizzati i progetti disponibili in Visual Studio 2010.

image

Figura 3.9 – La finestra Nuovo progetto in Visual Basic 2010 Express.

image

Figura 3.10 – La finestra Nuovo progetto in Visual Studio 2010.

 

Dalle figure 3.9 e 3.10 potete vedere la differenza tra Visual Basic 2010 express e Visual Studio 2010. oltre alla disponibilità di altri linguaggi .NET in Visual Studio 2010 e a progetti più sofisticati, anche limitando il confronto al solo Visual Basic, la differenza non è trascurabile. naturalmente dobbiamo tenere conto che Visual Studio 2010 è un software di sviluppo professionale e quindi deve soddisfare le esigenze di tale tipologia di sviluppatori. nella versione express sono disponibili i progetti più comuni: dalla semplice applicazione per Console (con interfaccia a caratteri tipica del cosiddetto Prompt dei comandi) alla classica applicazione per Windows, sia con la vecchia tecnologia Windows Forms, sia basata su WPF (Windows Presentation Foundation). È possibile anche creare un’applicazione WPF per il browser Internet e una Libreria di classi (Class Library). In Visual Studio 2010, invece, sono disponibili numerosi modelli in grado di soddisfare qualsiasi necessità: oltre ai modelli della versione express, possiamo creare librerie di controlli, servizi, applicazioni basate su documenti di Office (versioni 2007 e 2010), su SharePoint (anche qui in versione 2007 e 2010), per la cloud (basata sulla piattaforma di Windows Azure) o quelle per creare una Libreria di classi (Class Library).

Tutti i modelli disponibili sono modificabili e adattabili alle nostre esigenze.

Nelle versioni precedenti dell’ambiente di sviluppo, in questa finestra di dialogo era presente un’ulteriore icona di nome Modelli di ricerca in linea (Search Online Templates) che doveva permettere di cercare altri modelli di progetto in Internet, ma che apriva solamente una pagina della documentazione su cui veniva comunicato che non c’erano i documenti cercati.

Per fortuna anche in questo ambito si è verificato un importante miglioramento: ora è presente il gruppo Modelli online (Online templates) che permette di selezionare direttamente i progetti pubblicati nella Visual Studio Gallery (visibile all’indirizzo http://visualstudiogallery.msdn.microsoft.com/it-it/). nella Visual Studio Gallery sono presenti numerosi progetti (oltre 1800), alcuni a pagamento, altri in versione di prova, ma molti in versione gratuita, liberamente scaricabile e utilizzabile senza alcuna limitazione.

image

Figura 3.11 – La Visual Studio Gallery.

(…segue…)

Fonte: Cap. 3 – libro “Visual Basic 2010 spiegato a mia nonna”, Edizioni FAG Milano, Autore Mario De Ghetto, 2011, http://bit.ly/NRO6Cn.
Potete acquistarlo anche su Amazon.it!

Pubblicato il 30 agosto 2012, in Programmazione, VB2010SAMN, VS 2010 con tag , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 843 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: