Libro "VB 2010 spiegato a mia nonna" (49)

Vogliamo anche accennare al fatto che è possibile creare ulteriori modelli personalizzati e aggiungerli all’elenco dei modelli disponibili. In questo modo, per esempio, se creiamo un form con il logo della nostra azienda e altri elementi che vogliamo presentare in tutti i form dell’applicazione, potremmo creare un modello di form personalizzato. una volta aggiunto ai modelli disponibili potrà essere utilizzato come se fosse un modello standard, garantendoci un aspetto coerente per tutti i form della nostra applicazione.

Per salvare un nuovo modello di progetto, dopo aver creato e aperto il modello, selezionate il menu File > Esporta Modello (Export Template): apparirà una finestra di dialogo come quella mostrata nella Figura 3.12.

image

Figura 3.12 – Esportazione di un modello di progetto (prima scheda).

notate che con la stessa finestra di dialogo è possibile esportare sia un intero modello di progetto, sia un modello di un singolo elemento (per esempio un form). Dopo aver selezionato la voce più opportuna e il progetto da cui viene selezionato il modello, potete fare clic sul pulsante Avanti (Next). nella seconda pagina della finestra di dialogo potete definire il nome del modello, la descrizione, l’immagine dell’icona e l’anteprima dell’immagine Figura (Figura 3.13). Viene visualizzata anche la posizione sul file system dove il modello sarà salvato e sarà possibile importare automaticamente il modello. Potete premere il pulsante Fine (Finish) e il gioco è fatto.

Tornando alla finestra Nuovo progetto (New Project) di Visual Studio 2010, notiamo una casella combinata in alto a destra che permette la scelta della versione del Framework .neT con cui desideriamo sviluppare l’applicazione: 2.0, 3.0, 3.5 o 4.0.

image

Figura 3.13 – Esportazione di un modello di progetto (seconda scheda).

 

Nota – La possibilità di scelta della versione del Framework .NET all’apertura di un nuovo progetto non è disponibile in Visual Basic 2010 express, così come non era disponibile nella versione 2008 express. In questa versione, infatti, tutti i progetti vengono creati sulla base del Framework .NET 4.0 Client Profile, una versione minimale del Framework .NET 4.0. È possibile, comunque, modificare l’impostazione nelle proprietà dell’applicazione dopo la creazione del progetto.

Quando scegliamo di lavorare con le versioni 2.0, 3.0 e 3.5, l’IDE di Visual Studio 2010 ci presenta solo gli elementi disponibili in tali versioni, mentre nasconde gli elementi introdotti con quelle successive. Questa è una proprietà importante, perché impedisce l’errato utilizzo di caratteristiche non comprese nel Framework prescelto. la scelta della versione 4.0 permette di vedere tutti gli elementi disponibili.

nella finestra Nuovo progetto (New Project) notiamo che, oltre al nome del progetto, dobbiamo inserire anche il percorso dove vogliamo salvare il progetto o la soluzione. Possiamo anche decidere di creare una cartella specifica per contenere i file della soluzione. In tal caso, il file della soluzione (con estensione .sln) si troverà nella radice della soluzione, mentre tutti gli altri file saranno inseriti in una sottocartella con il nome indicato nella finestra di dialogo.

Questa impostazione predefinita è generalmente sgradita agli sviluppatori che lavorano spesso con progetti temporanei, per esempio, per testare una specifica caratteristica dell’ambiente di sviluppo o del linguaggio di programmazione utilizzato. Infatti, a lungo andare questi sviluppatori trovano il disco pieno di progetti di prova. È possibile modificare questo comportamento, reintroducendo il medesimo comportamento di Visual Basic 6.0, con cui si poteva creare un progetto “usa e getta”, senza essere costretti a salvarlo da qualche parte.

È sufficiente selezionare la voce di menu Strumenti > Opzioni (Tools > Options) e poi attivare la casella Salva nuovi progetti alla creazione (Save new projects when created) che è presente nella scheda Progetti e soluzioni (Projects and Solutions). In questo modo, alla creazione di un nuovo progetto sarà proposto soltanto di indicare il nome del progetto.

Nota – Perché mai potremmo voler creare un progetto temporaneo? Talvolta è necessario creare un mini-progetto finalizzato solo a sperimentare una particolare istruzione o tecnica, senza rischiare di rovinare il nostro progetto principale a cui stiamo lavorando. In questo modo, si può creare un progetto che rimane esclusivamente in memoria e che viene buttato via quando non ci serve più.

naturalmente è ancora possibile specificare dove vogliamo memorizzare il nostro progetto, ma questo avviene quando selezioniamo la voce di menu File > Salva tutto (File > Save All). In tal caso, infatti, viene mostrata una finestra per la scelta del nome, la posizione dei file, il nome della soluzione e la specifica della creazione di una directory per la soluzione stessa (Figura 3.14).

image

Figura 3.14 – La finestra Salva tutto.

 

Se invece decidiamo di chiudere il progetto con File > Chiudi progetto (File > Close Project), senza prima salvarlo, comparirà una finestra di messaggio (Figura 3.15).

rispondendo con Salva (Save), apparirà la finestra di Figura 3.14, già vista in precedenza, mentre rispondendo Cancella (Discard), il progetto sarà buttato via.

image

Figura 3.15 – La finestra Salva progetto.

Per quanto riguarda il nome del progetto, notiamo un altro particolare: la finestra di dialogo ci fornisce un nome predefinito che può variare in base al tipo di progetto che stiamo creando, per esempio:

ConsoleApplication1, per i progetti destinati alla Console (Prompt dei comandi) ;

WindowsApplication1, per i progetti windows Forms;

WebSite1, per i siti web;

✥ e altro.

Il numero che viene riportato alla fine del nome del progetto è un progressivo che aumenta a seconda dei progetti già memorizzati.

(…segue…)

Fonte: Cap. 3 – libro “Visual Basic 2010 spiegato a mia nonna”, Edizioni FAG Milano, Autore Mario De Ghetto, 2011, http://bit.ly/NRO6Cn.
Potete acquistarlo anche su Amazon.it!

Pubblicato il 31 agosto 2012, in Programmazione, VB2010SAMN, VS 2010 con tag , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 843 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: