Libro "VB 2010 spiegato a mia nonna" (57)

Conversione delle soluzioni

Abbiamo voluto fare un piccolo esperimento per verificare quanto siano compatibili le soluzioni sviluppate in Visual Studio 2008 con la nuova versione di Visual Studio 2010. Abbiamo preso una soluzione sviluppata con Visual Studio 2008 (dal capitolo 10 dell’edizione precedente di questo libro), l’abbiamo copiata e aperta con Visual Studio 2010. Visual Studio 2010 ha immediatamente aperto una finestra informativa, in cui si spiega che i file devono avere i permessi di lettura e scrittura, e le precauzioni da adottare nel caso in cui l’applicazione sia sottoposta a programmi di controllo del codice sorgente (Figura 3.28).

image

Figura 3.28 – Finestra informativa per la conversione di una soluzione.

Dopo aver premuto il pulsante Avanti, apparirà una nuova scheda con la richiesta di un’eventuale backup dell’applicazione (Figura 3.29).

Ancora un clic sul pulsante Avanti e ci sarà mostrata una nuova scheda riepilogativa ( Figura 3.30).

image

Figura 3.29 – Conversione di una soluzione (seconda scheda).

image

Figura 3.30 – Conversione di una soluzione (terza scheda).

La casella di testo che contiene lo scritto non è estendibile allargando il form e quindi il testo può essere letto solo facendo scorrere la barra di scorrimento. la scelta dal punto di vista grafico è alquanto discutibile, ma bisogna accettarla così com’è.

Il testo contenuto nella casella di testo è il seguente: “Se la soluzione o il progetto è sottoposto al controllo del codice sorgente, ne verrà eseguita automaticamente l’estrazione durante la conversione. Verificare che il plug-in del controllo del codice sorgente corretto sia attivo e che nessun file venga estratto in modo esclusivo da altri utenti.

Se la soluzione o il progetto non è sottoposto al controllo del codice sorgente, verificare che per tutti i file siano disponibili autorizzazioni di lettura/scrittura. Per i progetti di office, l’Aggiornamento guidato consente di modificare il progetto in modo che utilizzi come destinazione la versione di office installata. Se non si desidera modificare la versione di office di destinazione del progetto, annullare la procedura guidata e deselezionare l’opzione <Aggiorna sempre alla versione installata di office> nel nodo <Strumenti di office> della finestra di dialogo Strumenti | opzioni. l’aggiornamento di progetti Smart Device non è attualmente supportato in Visual Studio 2010.

Tipo di conversione: Sul posto senza backup Soluzione da convertire: Cap10_01 Progetti: Cap10_01”.

Premendo il pulsante Fine otterremo la soluzione convertita, con un’ulteriore scheda informativa che ci permette di aprire il log della conversione (Figura 3.31).

image

Figura 3.31 – Conversione di una soluzione (quarta scheda).

Nella Figura 3.32 mostriamo il report finale relativo alla conversione della soluzione.

image

Figura 3.32 – Report finale della conversione.

Questo report consiste in un file XMl (denominato upgradelog.xml) e riepiloga in uno schema di facile lettura, che evidenzia quali e quanti file sono stati convertiti alla nuova versione e quanti errori e avvisi sono stati generati dalla conversione.

Non dimentichiamoci che il progetto che abbiamo convertito in questo test è molto semplice! l’assenza di errori e di avvisi è dovuta al fatto che non sono presenti nell’applicazione tecniche particolari, né controlli di terze parti. Con applicazioni di maggiore complessità, i risultati potrebbero essere anche tanto diversi.

In questo esempio sono stati convertiti soltanto il file della soluzione (estensione .sln) e il file del progetto (estensione .proj).

Provando a eseguire la soluzione su Visual Studio 2010, abbiamo dimostrato che funziona perfettamente.

Si è provata anche l’operazione contraria: abbiamo creato una soluzione con Visual Studio 2010 (utilizzando il Framework .neT 2.0) e tentato di aprirla con Visual Studio 2008. Il risultato è negativo: Visual Studio 2010 segnala che è impossibile aprire il file di soluzione selezionato perché è stato creato con una versione più recente dell’applicazione.

image

Figura 3.33 – errore nel tentativo di apertura di una soluzione di Visual Studio 2010 in Visual Studio 2008.

Sembrerebbe impossibile aprire il progetto, ma non è detta l’ultima parola. Infatti, abbiamo già specificato che il nuovo progetto Visual Basic 2010 è stato creato sulla base del Framework .neT 2.0, quindi, non dovrebbero esistere incompatibilità con la precedente versione di Visual Studio.

Abbiamo poi aperto il file della soluzione con il classico notepad (Blocco note) e modificato queste due righe, all’inizio del file:

Microsoft Visual Studio Solution File, Format Version 11.00

# Visual Studio 2010 facendole diventare

Microsoft Visual Studio Solution File, Format Version 10.00

# Visual Studio 2008

Abbiamo modificato la seconda riga, cioè quella che inizia con un carattere “cancelletto”, per fare in modo che nella finestra di esplora risorse fosse visualizzata l’icona di Visual Studio 2008 anziché quella di Visual Studio 2010 (Figura 3.34).

image

Figura 3.34 – l’icona della soluzione prima e dopo la modifica del file.

Dopo aver salvato il file di soluzione modificato, abbiamo riprovato ad aprirlo con Visual Studio 2008: questa volta, la soluzione si apre senza alcun problema e premendo F5 è anche regolarmente eseguita.

La procedura di conversione descritta può funzionare soltanto se sono utilizzate funzionalità presenti sia in Visual Studio 2010, sia in Visual Studio 2008. Questo è il motivo per cui non abbiamo utilizzato, per il nuovo progetto, il Framework .neT 4.0. Se avessimo usato l’ultima versione, potremmo aver introdotto delle funzionalità non presenti in Visual Studio 2008 e, quindi, reso incompatibile l’applicazione a tale ambiente di sviluppo.

(…segue…)

Fonte: Cap. 3 – libro “Visual Basic 2010 spiegato a mia nonna”, Edizioni FAG Milano, Autore Mario De Ghetto, 2011, http://bit.ly/NRO6Cn.
Potete acquistarlo anche su Amazon.it!

About these ads

Pubblicato il 8 settembre 2012, in Programmazione, VB2010SAMN, VS 2010 con tag , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 843 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: