Libro "VB 2010 spiegato a mia nonna" (59)

Elenco attività

lo sviluppo di un programma richiede anche e soprattutto un po’ di organizzazione, perché talvolta occorre predisporre un blocco di codice senza peraltro avere, in quel momento, la possibilità di completarlo, sia per motivi di tempo, sia per eseguire attività con priorità maggiore. Talvolta, una porzione di codice non è completata subito per mancanza di informazioni sufficienti: per esempio, quando non si conosce un certo algoritmo di calcolo oppure quando non è ancora stata definita una specifica. È questo lo scenario in cui entra in gioco opportunamente l’Elenco attività (Task List): una finestra aggiuntiva di Visual Studio 2010 (Figura 3.36) che può essere aperta dal menu Visualizza > Elenco attività oppure con la combinazione CTRL + ALT + K.

image

Figura 3.36 – L’elenco attività (Task List).

Nella Figura 3.36 vediamo chiaramente che l’Elenco attività è un vero e proprio elenco di commenti inseriti nel codice con un opportuno identificatore o token (nel caso specifico un token TODO). nella parte superiore della stessa figura vediamo la semplicità con cui è possibile inserire un token relativo a un’attività lasciata in sospeso e che dobbiamo completare successivamente.

Questo è un modo semplice ed elegante per trovare più facilmente le parti del programma che non abbiamo ancora terminato oppure che dobbiamo revisionare. Infatti, con un doppio clic sulla riga dell’Elenco attività (nell’esempio l’unica riga inserita), otterremo lo spostamento del cursore sulla riga che contiene il commento stesso, nella finestra del codice. la finestra Elenco attività (Task List) fornisce la possibilità di visualizzare l’elenco dei seguenti “token” inseriti nei commenti del codice:

  • TODO: la porzione di codice non è stata implementata e quindi è un’attività da svolgere;
  • HACK: la porzione di codice è stata scritta male (è errata o poco ottimizzata) e deve quindi essere revisionata;
  • UNDONE: utilizzato solitamente per contrassegnare una porzione di codice che è stata trasformata in commento e che in seguito dovrebbe essere ripristinata.

Possiamo anche creare dei token personalizzati per visualizzare nell’Elenco attività delle funzioni più specifiche.

nella Figura 3.37 vi mostriamo la finestra per la personalizzazione dei token che appare selezionando il menu Strumenti > Opzioni (Tools > Options) e la scheda Ambiente > Elenco attività (Environment > Task List).

image

Figura 3.37 – La finestra di dialogo.

Per aggiungere un nuovo token potete semplicemente:

  1. inserire nella casella di testo Nome (Name)la stringa da aggiungere all’ Elenco dei token (Token list);
  2. definire un’eventuale priorità scegliendo dalla casella combinata Priorità (Priority) e fare clic sul pulsante Aggiungi (Add).

I pulsanti Elimina (Delete) e Cambia (Change) permettono rispettivamente di cancellare o modificare una delle voci dell’elenco. l’Elenco attività (Task list) ha anche un’altra particolarità. nell’intestazione, infatti, contiene una casella combinata per la selezione dell’ambito di visualizzazione:

  • Attività definite dall’utente (User Tasks): dove non esiste un punto del codice specifico per inserire il commento di un’attività da svolgere, è possibile utilizzare questa lista. Possiamo contrassegnare un’attività completata, semplicemente attivando la casella di controllo presente nella seconda colonna. Il testo del commento è quindi barrato ma non cancellato completamente. In questo modo si tiene un riferimento alle attività svolte.
  • Commenti (Comments): visualizza i token inseriti come commento nel codice, con riferimento al file che contiene il commento e il numero di riga all’interno del file. Con un doppio clic su un singolo commento, nell’editor di codice, si sposta il cursore sulla riga di commento corrispondente;

Per entrambe le visualizzazioni si può scegliere o modificare la priorità per ciascun commento, facendo clic nella prima colonna (quella con il punto esclamativo) e scegliendo la voce opportuna dalla casella combinata che ci apparirà. ultime due caratteristiche della Task List che possono esserci utili in qualche occasione:

  • per ordinare l’elenco sulla base di una certa colonna possiamo, in modo molto semplice e intuitivo, fare un clic sull’intestazione della colonna che vogliamo ordinare. A ogni clic cambia l’orientamento, dal valore minore a quello maggiore o viceversa;
  • è possibile selezionare uno o più commenti mantenendo premuto il tasto Control o il tasto Shift (tasto delle maiuscole) e, sempre facendo clic con il tasto destro del mouse, selezionare la voce Copia (Copy). Il testo delle righe selezionate sarà copiato nell’area degli appunti (clipboard) di windows e quindi potremo spostarci in un altro programma, per esempio word, e incollare il testo in un documento.

(…segue…)

Fonte: Cap. 3 – libro “Visual Basic 2010 spiegato a mia nonna”, Edizioni FAG Milano, Autore Mario De Ghetto, 2011, http://bit.ly/NRO6Cn.
Potete acquistarlo anche su Amazon.it!

About these ads

Pubblicato il 10 settembre 2012, in Programmazione, VB2010SAMN, VS 2010 con tag , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 844 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: