Libro "VB 2010 spiegato a mia nonna" (61)

Applicazione (Application)

nella sezione Applicazione (Figura 3.38) è possibile assegnare un nome all’assembly e al namespace principale, modificare il tipo di applicazione (per esempio, applicazione Console, windows Forms, libreria di classi ecc.), associare un’icona, definire il form di avvio dell’applicazione e uno splash screen, cioè un form di presentazione che appare all’avvio della nostra applicazione.

Come nella precedente versione di Visual Studio 2008 è presente un pulsante, Visualizza impostazioni di Windows (View Windows Settings), che permette di visualizzare un file XMl (app.manifest) contenente le impostazioni relative allo UAC (User Account Control) di windows e alcune personalizzazioni specifiche per windows 7, Vista e XP.

Lo UAC è un modulo di protezione che gestisce i permessi dei singoli utenti del computer, in modo da impedire l’esecuzione di software dannosi, o il danneggiamento di dati o componenti del sistema.

una voce utile, in molti casi, è quella che definisce il modo di chiusura dell’applicazione, cioè la proprietà Modalità di arresto (Shutdown mode). Possiamo decidere di chiudere l’applicazione soltanto quando tutti i form sono stati chiusi oppure, per impostazione predefinita, quando si chiude il form principale.

Compila (Compile)

Questa sezione contiene tutte le proprietà che si riferiscono alla compilazione ( Figura 3.39).

image

Figura 3.39 – Proprietà – Sezione Compila.

È qui che si definiscono alcune delle proprietà più importanti per la scrittura del nostro codice:

  • Option Explicit, preimpostato a On. Questa proprietà definisce se le variabili devono essere dichiarate obbligatoriamente;
  • Option Strict, preimpostato a Off. Questa proprietà indica se sono consentite conversioni implicite tra un tipo di dato e un altro. Si consiglia di modificare in On;
  • Option Infer, preimpostato a On. Questa proprietà specifica se è permessa l’inferenza di tipo nella dichiarazione delle variabili, cioè se il tipo di dato della variabile deve essere desunto implicitamente dal valore assegnato alla variabile stessa. Sull’inferenza torneremo in seguito per chiarire meglio questo importante concetto.

Il pulsante Opzioni di compilazione avanzate (Advanced Compile Options) permette di visualizzare ulteriori proprietà di compilazione (Figura 3.40).

image

Figura 3.40 – Finestra opzioni di compilazione avanzate.

Tra le proprietà di compilazione, troviamo: le costanti di debug, il processore di destinazione (x86, x64, tutte le CPU) e il Framework .NET da utilizzare (2.0, 3.0, 3.5 o 4.0). Tra le versioni del Framework .NET sono indicate anche le versioni 3.5 Client Profile e 4.0 Client Profile, versioni ridotte delle corrispondenti complete.

(…segue…)

Fonte: Cap. 3 – libro “Visual Basic 2010 spiegato a mia nonna”, Edizioni FAG Milano, Autore Mario De Ghetto, 2011, http://bit.ly/NRO6Cn.
Potete acquistarlo anche su Amazon.it!

About these ads

Pubblicato il 12 settembre 2012, in Programmazione, VB2010SAMN, VS 2010 con tag , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 846 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: