Diagram Designer

Nota: questo articolo è stato pubblicato nel Notiziario dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Belluno n. 1-2/08. 

Continuiamo con una carrellata di utili programmi gratuiti, liberamente scaricabili da Internet. L’argomento che trattiamo in questo appuntamento di “Angolo informatico” è incentrato su un programma per la creazione di diagrammi. 

Diagram Designer 

Un diagramma di flusso viene tradizionalmente utilizzato per la progettazione di software e, in particolare, per la definizione dell’algoritmo da utilizzare per un particolare problema.

Possiamo utilizzare un diagramma di flusso anche in ambiti diversi dalla programmazione: per esempio per illustrare graficamente le procedure per la gestione della qualità o per gestire, in generale, qualsiasi procedimento che si sviluppa in più passi complessi e articolati.

Un software che può aiutarci a disegnare un diagramma di flusso è Diagram Designer, attualmente distribuito in versione 1.19 attraverso il sito http://meesoft.logicnet.dk/.

A tale indirizzo possiamo trovare anche altri software gratuiti molto interessanti in ambito grafico, per esempio:

  • Log Paper per stampare dei fogli millimetrati a base logaritmica per il disegno manuale di diagrammi;
  • Image Analyzer per analizzare e correggere fotografie sfuocate;
  • Font View per visualizzare i font installati sul computer e trovare font presenti in più copie per eliminare quelli che non servono;
  • SmartMorph per ottenere delle fotografie ottenute per “morphing” da due distinte fotografie.

Selezionando Diagram Designer nel menu di sinistra, possiamo accedere alla pagina descrittiva che mostra alcuni esempi di cosa si può ottenere con questo software. In questa pagina ci sono i link per scaricare il software da diversi server. I link che vorrei consigliare sono i primi due e precisamente:

Dopo aver scaricato il file di installazione della dimensione di circa 1,27 Mb, possiamo avviare l’installazione: per prima cosa viene visualizzato un testo con il quale l’autore declina ogni responsabilità per eventuali danni causati dal software (pratica molto comune per quasi tutti i software distribuiti) e stabilisce che il software può essere copiato e distribuito così com’è, tranne nel caso di una distribuzione a fini commerciali.

Dopo aver accettato premendo il pulsante “Accept”, verificata/modificata la cartella di installazione e confermato l’avvio dell’installazione (pulsante “Install”), verrà mostrato un messaggio con il quale l’autore chiede il supporto tramite donazioni, aiuto nel miglioramento della documentazione, nella traduzione del software e nello sviluppo di estensioni.

Consiglio di togliere la spunta alla casella “Show this message on startup” per evitare che il messaggio venga visualizzato a ogni riavvio del programma. Confermate l’associazione delle estensioni di file e apparirà la schermata principale di Diagram Designer.

A proposito di traduzioni, è possibile scaricare il “Language Pack” dall’indirizzo http://meesoft.com/DiagramDesigner/LanguagePack.exe (214 kb). Tra le numerose lingue disponibili è compresoanche l’italiano.

Avviando questo eseguibile, verrà visualizzata la cartella dove verrà installato e premendo “Install” potremo procedere all’effettiva installazione. Diagram Designer si accorge che sono state installate nuove lingue e quindi propone la scelta della lingua preferita. Una volta che avremo effettuato la nostra scelta, è necessario riavviare il programma.

L’uso del programma è abbastanza semplice: si seleziona e si trascina una delle forme disponibili, rilasciandola sul foglio nella posizione desiderata. Più forme possono essere unite con dei connettori che si inseriscono con la stessa modalità. Ogni estremità di un connettore può essere avvicinata a uno dei punti “sensibili” di un oggetto (indicati con delle piccole “x”), agganciandola a tale punto: questo permette di mantenere il collegamento anche quando spostiamo l’oggetto in un’altra posizione. Un doppio click su un oggetto (per esempio un rettangolo) apre un semplice editor per l’inserimento di testo all’interno dell’oggetto stesso.

Le funzionalità disponibili sono veramente molte: dalla rotazione all’allineamento, dal raggruppamento di più oggetti al correttore ortografico e perfino un semplice risolutore di espressioni. Tramite il menu File > Tavolozza forme > Carica tavolozza forme, poi, è possibile caricare simboli di vario genere, utilizzabili per creare diagrammi di circuiti elettronici, oggetti per la definizione di un’interfaccia grafica di un software (pulsanti, caselle di testo ecc.) e un set molto esteso di simboli per la creazione di un flowchart. E’ un programma semplice da installare e utilizzare, ma molto ricco di funzionalità che lo rendono estremamente utile e versatile.  

Chi volesse ottenere informazioni in merito agli argomenti presentati in questa rubrica, oppure proporre argomenti da trattare nei prossimi appuntamenti, può farlo inviando una richiesta all’indirizzo e-mail mario@deghetto.it oppure alla Segreteria dell’Ordine.

Annunci

Pubblicato il 4 marzo 2008 su Angolo informatico. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: