#37: Trucco per commentare blocchi di codice con VB.NET

Come è noto a tutti i programmatori Visual Basic, con questo linguaggio non è possibile commentare blocchi di codice o di testo e ci si deve rassegnare a commentare riga per riga con l’apice singolo (‘). I programmatori C#, C++ e JAVA, invece, hanno una sintassi specifica estremamente comoda che si presenta così:

/*
   Qui posso scrivere quello che voglio
   senza nessun problema!!
*/

Con il seguente trucco, però, possiamo simulare la stessa situazione di cui sopra: è sufficiente utilizzare la direttiva #If … #End If.

Create una nuova applicazione Windows Forms (linguaggio Visual Basic) e aggiungete un pulsante nel form principale. Sostituite poi il codice sottostante con il seguente:

Public Class Form1
   Private Sub Button1_Click( _
       
ByVal sender As System.Object, _
         ByVal e As System.EventArgs) _
         Handles Button1.Click
      MessageBox.Show(“Trucco per ” & _
         “
commentare blocchi di codice…”)

#If False Then
   MessageBox.Show(“Questo non dovrebbe apparire…”)
   Posso scrivere qualsiasi cosa!
#End If

      MessageBox.Show(“Fine trucco!”)
   End Sub
End Class

Eseguendo il programma, vedrete apparire il primo messaggio (“Trucco per…”) e poi l’ultimo messaggio (“Fine trucco!”), mentre tutto ciò che è stato inserito nel blocco #If … #End If è totalmente ignorato, sia che si tratti di un’istruzione valida, sia che si tratti di puro testo.

Certo, non è così ordinato e intuitivo come la coppia /* … */ di C#, ma è utile per commentare velocemente parti di codice che vogliamo temporaneamente disattivare o per inserire lunghi commenti descrittivi.

Come funziona? Il blocco #If … #End If è tecnicamente una direttiva per il compilatore: quest’ultimo, trovando #If, eseguirà il test indicato subito dopo. Se il test risulterà negativo (False), come nel caso sopra illustrato, ignorerà tutto ciò che troverà successivamente fino a #End If, se invece risulterà positivo (True), eseguirà il codice contenuto al suo interno.

Uno degli usi più importanti di questa direttiva è, oltre tutto, eseguire del codice condizionale a seconda che ci si trovi in modalità di DEBUG o in modalità RELEASE.

Pubblicato il 23 giugno 2008 su Tips. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: