Il mio nuovo libro (“SQL Server 2008 Guida all’uso”)

E’ con vero piacere che annuncio l’uscita del mio nuovo libro: questa volta la “vittima” si chiama SQL Server 2008.

Il libro è intitolato “SQL Server 2008 Guida all’uso”, costa 35 Euro ed è edito sempre da FAG Edizioni di Milano.

LibroSQLServer2008

Gli ultimi due capitoli contengono alcuni progetti di Visual Basic 2008 per l’accesso a SQL Server 2008: il penultimo riguarda l’utilizzo delle stored procedure da codice, mentre l’ultimo capitolo è interamente dedicato a Visual Basic 2008 in “sinergia” con SQL Server 2008.

Ringrazio infinitamente Luca Bianchi (Microsoft MVP su SQL Server) che si è prestato gentilmente a leggere, commentare e spesso a correggere i miei “strafalcioni”. Per un “guru” quale è lui è stata quasi una tortura 🙂

Come sempre sottolineo la mia disponibilità nel ricevere i vostri commenti, con l’impegno di migliorare sempre di più la qualità dei contenuti.

Grazie!

Pubblicato il 31 agosto 2009 su Libro SQL Server 2008, Novità, SQL Server, VB 2008. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 9 commenti.

  1. Un po’ di materiale relativo a questo libro che potete scaricare gratuitamente:

    Capitolo 11:
    http://www.deghetto.it/blog/download/LibroSS2008/SS2008_Cap11_VB.pdf

    Esempi:
    http://www.deghetto.it/blog/download/LibroSS2008/SS2008_EsempiVB.zip

    Questi sono i post dove ho parlato del mio libro:
    https://deghetto.wordpress.com/2009/05/19/libro-su-sql-server-2008/
    https://deghetto.wordpress.com/2009/06/30/libro-su-sql-server-2008-esempi-in-vb-2008/

    Tra breve sarà disponibile al download anche il PDF del Capitolo 10, non appena il Team di MSDN Italia avrà pubblicato la prossima newsletter “MSDN Flash”.

    Mi piace

  2. ciao, sono parecchio interessato a comprare il tuo libro, tuttavia rimango per procedere definitivamente vorrei vedere, se possibile, l’indice degli argomenti.
    In attesa di una risposta, ti ringrazio.

    Mi piace

  3. Ciao “Cirio”.
    Puoi vedere l’indice dettagliato qui:
    http://www.deghetto.it/blog/download/LibroSS2008/Indice_Libro_SQL_Server08.pdf
    Ciao e grazie per l’interesse per il mio libro.

    Mi piace

  4. ciao, alla fine l’ho preso il libro.. sono circa a metà; ti farò sapere!!

    Mi piace

  5. Bene, buona lettura!
    Mario

    Mi piace

  6. siccome voglio mettermi subito all’opera, sto leggendo il libro con molto interesse, è ben fatto, tuttavia sulla la parte di creazione delle credenziali mi ha lasciato alcuni dubbi:

    -Ad ogni account di accesso posso associare diversi login(credenziali)?;

    -Ogni account è costituito da un ruolo server(che definirebbe di fatto cosa può o non può fare l’account[select,insert ecc] e di conseguenza gli utenti associati)?

    – Successivamente ad una installazione standard di sql server 2008, non ho credenziali creaTE,QUindi non potrei collegarmi con alcuna applicazione esterna al db,giusto?

    – Se setto un nuovo login, cosa devo mettere nel campo ‘Identità’?

    Il mio obiettivo per il momento è predisporre sql server per un accesso da parte di una applicazione esterna,rimanendo sullo stesso pc. Ti ringrazio in anticipo qualora avessi la pazienza di rispondermi;)

    Mi piace

  7. Ciao Cirio.

    Per “account di accesso” si intende il singolo utente e quindi un utente può fare login con una sola coppia utente+password (credenziali).
    Per esempio l’utente predefinito (che trovi già in fase di installazione) è “sa” (system administrator). “sa” ha privilegi assoluti su tutto il DBMS e su tutti i database.
    Dato che tutti sanno che “sa” ha questa caratteristica, si consiglia sempre di cambiare questo nome di utente privilegiato con un altro nome a propria scelta (attenzione a non dimenticare le credenziali di questo importantissimo utente!).

    Gli altri utenti possono avere permessi più o meno estesi e possono essere anche raggruppati in gruppi di utenti (“ruoli del server”).

    Durante una installazione standard di SQL Server 2008 viene creato solo l’utente “sa” (oltre a una serie di “utenti di servizio”) e definite le sue credenziali di accesso. Gli altri utenti e i loro permessi devono essere definiti successivamente, dall’amministratore di sistema (“sa” o nome equivalente).
    Le applicazioni esterne potrebbero connettersi, in teoria, come utente “sa” e relative credenziali anche se è una pratica FORTEMENTE sconsigliata, anzi da evitare come la peste.

    In quanto al campo “Identità” (credo tu ti riferisca alla voce che c’è nella finestra di dialogo alla creazione di nuove “credenziali”), se fai un click sul pulsante con i tre puntini “…” e poi scegli il pulsante “avanzate” e, ancora, “trova”, vedrai apparire l’elenco di tutti gli utenti definiti nel sistema. Basterà scegliere quello per il quale vuoi definire le credenziali. E’ possibile definire delle credenziali anche per gruppi di utenti (eventualmente anche “Everyone”, cioè tutti), ma personalmente lo eviterei: preferisco definire le credenziali separatamente per ciascun utente del sistema, anche se non escludo che in certe realtà potrebbe essere impraticabile (per esempio migliaia di utenti).

    Mi piace

  8. ciao, prima di tutto ti ringrazio moltissimo per la disponibilità, però c’è ancora qualcosa che mi sfugge:

    1)mi dici che per ogni account di accesso,quindi per ogni utente, si può avere –> “una sola coppia utente+password (credenziali).” , ma se io una volta che apro Managment studio faccio il login con ad esempio con ‘sa’ e ‘pincopallino’, a cosa mi serve definire una credenziale? dovrebbe esserci già..cioè i dati che ti ho scritto sopra..

    2)Dato, che per sicurezza non intendo usare ‘sa’ per la mia applicazione, dovrò creare un nuovo utente(account di accesso) per il mio db.. Il problema è che quando cerco di crearlo mi perdo; l’user deve essere creato dal pannello ‘protezione’ del db a cui intendo assegnare l’utente o è indifferente? Siccome quest’ultimo dovrà solo poter leggere,scrivere su quel determinato db e basta, nella schermata (img28.imageshack.us/img28/1871/immaginefv.png)dovrò selezionare gli schemi di propietà dell’utente o l’appartenenza a ruoli di database?

    Cioè..non so se mi sono riuscito a spiegare, spero di si, altrimenti scusami..io come obiettivo vorrei poter creare un utente che mi faccia leggere e scrivere un db creato da me e allo stesso tempo, quando faccio il collegamento da manangment studio, vedere solo quel db..
    grazie.

    Mi piace

  9. Salve, avrei un problema con l’esercizio nr 2 del cap 11: al momento di applicare le proprietà del pulsante ricevo un errore e non riesco a risolvere in alcun modo. La stringa in questione è questa:

    “Private Sub btnSalva_Click(sender As System.Object, e As System.EventArgs) Handles btnSalva.Click
    Me.AnagraficaTableAdapter.Update(Me.ProvaDataSet.Anagrafica)
    Me.AnagraficaTableAdapter.Fill(Me.ProvaDataSet.Anagrafica)
    End Sub”

    Come ide uso visual studio 2010.
    Grazie anticipatamente

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: