Visual Studio 2010 e il nuovo linguaggio F#

Visual Studio 2010 ci porta anche un nuovo linguaggio: F#.

Molti si chiedono: “A cosa serve?” e “Perché ancora un nuovo linguaggio?”.

Questa volta non si tratta di un linguaggio “tradizionale”, cioè simile nelle funzionalità a Visual Basic o a C#: è un linguaggio funzionale, cioè orientato alle funzioni. E’ un linguaggio pulito, elegante, conciso e potente.

F#, di chiara derivazione Fortran, è molto utile per il calcolo scientifico, per complesse elaborazioni di matrici e così via. Esprime molto bene le sue potenzialità nell’ambito di complessi algoritmi, con performance assolutamente insuperabili.

Immaginiamo, per esempio, di utilizzarlo in applicazioni di tipo ingegneristico o nel multithreading. Possiamo creare una libreria in F#, incapsulando al suo interno tutte le elaborazioni critiche di grandi volumi di dati e di valori numerici. Dopo aver creato tale libreria, potremo utilizzarla richiamando i suoi metodi in un progetto Visual Basic o C#.

Insomma, chi avrà la possibilità di poter utilizzare Visual Studio 2010 almeno in versione Professional, avrà anche questa possibilità: perché non dare un’occhio anche a questo nuovo linguaggio e iniziare a pensare come ottimizzare certi algoritmi lenti e pesanti?

Le basi del linguaggio F# iniziano da qui:

http://msdn.microsoft.com/en-us/magazine/ee336127.aspx

Annunci

Pubblicato il 4 aprile 2010 su Novità. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: