Visual Studio 11: niente più applicazioni "Desktop" con l’edizione Express

Qualche mese fa stavo considerando di non trattare più l’argomento “applicazioni Windows Forms” per il prossimo libro su Visual Basic “spiegato a mia nonna”, ma di partire direttamente con esempi in XAML (Windows Presentation Foundation, Silverlight ecc.). La motivazione della mia intenzione era il fatto che Windows Forms è una tecnologia di interfaccia utente ormai obsoleta e non soggetta più ad alcuna miglioria da parte di Microsoft. E’ anche vero, come mi è stato obiettato, che esistono molte applicazioni create in Windows Forms e quindi un riferimento è necessario mantenerlo per chi ha investito tempo e denaro su questo tipo di interfaccia utente.

Ora pare che la notizia sia ufficiale, dato che ne hanno parlato molti blog: Visual Studio 11 in edizione Express non darà più la possibilità di creare applicazioni Windows Forms, ma solo “da XAML in avanti”. Dato che si parla di Express, è abbastanza evidente che Visual Studio “full” dovrebbe ancora avere questa possibilità.

Tuttavia devo osservare che nel mio libro “Visual Basic 2010 spiegato a mia nonna” ho utilizzato Visual Basic 2010 Express per tutti i miei esempi, proprio per dare la possibilità di studiare e provare gli esempi stessi a chiunque abbia il desiderio di farlo, senza dover avere una versione “full”. Ora la situazione cambia drasticamente e pertanto nella nuova edizione del libro non tratterò più Windows Forms, ma creerò e illustrerò tutti gli esempi con WPF/XAML.

E i programmatori che ancora utilizzano Windows Forms? Per loro sto pensando di scrivere un libro dedicato a questa interfaccia utente, un libro auto-prodotto (con un sito di self-publishing) che dovrebbe trattare proprio questo argomento sotto tutti gli aspetti che riguardano i form e i controlli standard. Che ne pensate?

Pubblicato il 22 maggio 2012 su Novità. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 3 commenti.

  1. Non e’ che WPF sia stato poi cosi’ “sviluppato”… guardati la vicenda del extended toolkit. Controlli utili gratuiti, fatti e mantenuti da una persona sola, esterna alla microsoft per 2 anni… poi il tizio e’ stato assunto alla infragistic, e ha “passato” la gestione della libreria di controlli ad una azienda….che per ora ha mantenuto i l tutto gratuito, ma chi sa…

    Insomma WPF e’ nato nel 2006…. ed e’ una delle tante cose che microsoft butta li….se va bene ok, altrimenti boh lasciala li, qualcuno forse la usa…. poi se ne esce con “Metro UI, the future is now”.
    ahahah questo e’ un modo ridicolo di portare avanti un’azienda. in cosa si focalizza? boh, in un mare di cose?
    Se e’ per questo c’e’ gente che sviluppa in C/C++ con Win32/MFC…. ed e’ ancora tutto supportato (ovviamente e’ obsoleto)

    ah, io uso e studio da anni prodotti MS, sto rapidamente virando verso apple. i motivi sono chiari.

    Mi piace

    • Ciao a tutti.
      Da pochi mesi mi sono approcciato a WPF e ne sono rimasto affascinato dalle innovazioni; perchè ce ne sono di innovazioni.
      Continuo a studiarlo, ma onestamente non ne vedo l’utilità.
      Pare davvero che a MS non importi nulla di pubblicizzarlo, come diceva Alessandro.
      Di contro questo HTML5 ruberà fisiologicamente la scena a tutti. E allora che me ne faccio di WPF?
      Auspico in un commento.

      Mi piace

  2. Prima di tutto devo riconsiderare quanto avevo a suo tempo scritto su questo post, poiché il team di sviluppo di Visual Studio ha riconsiderato l’utilità di Windows Forms e quindi verso ottobre-novembre uscirà un prodotto separato (Visual Studio 2012 Express for Windows Desktop), anche questo gratuito, con il quale si potranno progettare applicazioni “desktop” (Console, Windows Forms e WPF/XAML).
    Secondariamente, non è vero che MS sottovaluta WPF: WPF si basa su XAML che è la base di tutte le tecnologie che sono arrivate dopo (Silverlight, Windows Phone, applicazioni per Windows 8), quindi WPF è ovunque, anche se non viene più esplicitato tanto con questo nome. HTML5+CSS+JavaScript ha il vantaggio di offrire una interfaccia più “malleabile” e adattabile a qualsiasi device (desktop, Windows Phone, Windows Surface…), quindi è la scelta giusta quando bisogna sviluppare qualcosa che deve “girare” ovunque, ma ciò non toglie che si possano sviluppare applicazioni dedicate a un unico device (solo ci vuole più tempo e più “energia” se si vuole poi portare l’applicazione su più device).
    Ultima nota: il nome “Metro UI” non si può più utilizzare per problemi di copyright. Ora il termine corretto (per il momento) è “nuova interfaccia utente” (nuova UI) oppure “Windows 8 style UI”. Brutto quanto volete, ma è così.

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: