F# in pillole: tipi di dati – caratteri

Come tutti sanno, un carattere può essere:

  • una lettera, maiuscola o minuscola (a, b, c, d, e, f, g, h, i, j, k, l, m, n, o, p, q, r, s, t, u, v, w, x, y, z, A, B, C, D, E, F, G, H, I, J, K, L, M, N, O, P, Q, R, S, T, U, V, W, X, Y o Z)
  • una cifra (0, 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9)
  • un simbolo rappresentabile dal computer (` ~ ! @ # $ % ^ & * ( ) – _ = + [ ] \ | ; : ‘ < ? . / , > “)

Per rappresentare un valore di tipo carattere è necessario dichiarare una variabile e inizializzarla con una lettera, una cifra o un simbolo incluso tra due apici singoli (‘). Ecco un esempio:

let gender = 'F';

Per visualizzare il valore, all’interno dei doppi apici di un’istruzione printf o printfn, si utilizza un segnaposto per la variabile: %c. Ecco l’esempio:

let gender = 'F';
printf "Student Gender: ";
printfn "%c" gender;

Si otterrà così il seguente risultato:

Student Gender: M

Se vogliamo indicare esplicitamente che si tratta di un carattere, possiamo utilizzare la parola chiave char quando dichiariamo la variabile. Ecco l’esempio:

let gender:char = 'F';
printf "Student Gender: ";
printfn "%c" gender;

Pubblicato il 22 giugno 2015 su Novità. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: