Archivio mensile:gennaio 2018

Aggiornamento alla versione 15.5.6 di Visual Studio 2017

Eccoci alla versione 15.5.6 di Visual Studio 2017: gli aggiornamenti non sono mai stati così frequenti come in questi ultimi mesi!

Sicuramente un vantaggio per chi aspetta la correzione di una caratteristica malfunzionante, ma anche una preoccupazione e talvolta un fastidio per chi vorrebbe aggiornamenti meno frequenti e versioni più stabili nel tempo.

Ovviamente non si può avere tutto e quindi ci prendiamo il nostro tempo per aggiornare VS 2017, magari quando stiamo facendo qualcos’altro.

Il nuovo aggiornamento ha una piccola ma interessante novità: avviandolo, come sempre partirà l’installer che ormai conosciamo bene e che ci aiuta a gestire aggiornamenti, aggiunte e rimozioni di caratteristiche di Visual Studio. Questa volta, però, vedrete apparire questa nuova finestra:


image


La finestra spiega in modo chiaro qual è la sua funzione: possiamo chiudere l’istanza di Visual Studio e premere il pulsante Riprova, oppure possiamo cliccare su Continua e in tal caso sarà l’installer a preoccuparsi di salvare lo stato dei processi, a chiuderli e poi a ripristinarli con lo stato precedente, al termine dell’installazione. Decisamente utile e comodo.

Buon aggiornamento!  Winking smile

Annunci

Sistema operativo su DVD: quale versione?

A quanti è capitato di avere più di un DVD di installazione di Windows 10 e di non sapere quale è quello in versione più recente o di una versione specifica?

Per risolvere questo problema vi consiglio di visitare questa pagina, sul blog di Ermanno Goletto:

https://www.devadmin.it/2018/01/28/controllare-la-versione-del-sistema-operativo-presente-nelliso/


Buona lettura! Winking smile

Ora sì! Installiamo l’aggiornamento 1801.27 dell’add-in "Arduino for Visual Studio" di Visual Micro

A quanto pare ci siamo!

In un mio post del 17 gennaio avevo scritto di non installare l’aggiornamento di Visual Micro dell’add-in “Arduino for Visual Studio”: infatti la documentazione ufficiale riportava le note di rilascio con il testo barrato e quindi non era dato sapere se l’aggiornamento fosse funzionante o se introducesse ulteriori problemi. Io l’avevo installato per un breve test e tutto sembrava funzionare ma…

Avviando Visual Studio 2017 vedrete apparire un messaggio di avvertimento sulla possibilità di aggiornare l’add-in:

2018-01-28_11-51-52

Potete scaricare il nuovo aggiornamento dalla pagina ufficiale, oppure utilizzare la finestra Notifications di Visual Studio 2017: in ogni caso vi consiglio di fare questo aggiornamento, non si sa mai.

Nell’aggiornamento sono inclusi i soliti bug fix, ma anche qualche caratteristica in più:


Release 1801.27 – 27th Jan 2018 – Visual Studio 2012-2017

  • Workaround Visual Studio VSIX bug that suddenly refuses to include newtonsoft.json dll in the VSIX. This is the reason the last release was retracted.
  • Copy sub folders when copying/cloning library examples
  • Support the creation of projects with name containing period (dot)
  • Allow libraries to compile even if they specify an incompatible architecture= in the library.properties settings. Many libraries specify only “avr” when they actually do work with other architectures. The supposedly incompatible libraries will not be displayed on “Add Library” menus but adding #includes will enable intellisense and compile.
  • Add clearer messages when library headers can not be resolved.
  • Code efficiency: Prevent various internal code exceptions with better validation
  • Fix: Upload failed for Boards that did not use a programmer or a com/ip port to upload when a user had never previously connected a COM port whilst using Visual Micro.
  • Fix: Certain STM32 cores (any core that included both a wpogram.h and an arduino.h) would fail to compile. Visual Micro will now use the “arduino.h” if it exists in preference to the “wprogram.h”. This applies to the automatic #include created in the temp folder during compilation. If neither file exists in the core folder then the “arduino.h” is #included (and would be expected to be resolved via the automatically discovered include paths).
  • NB: Visual Micro uses the standard C# SerialPort object in the serial monitor. Some USB/Serial drivers are specified for Windows10 Universal only will fail with C# in WinXp, Win7, Win8 and Win10. Confusingly the arduino ide java serial access works better with Win10 universal drivers than Microsoft’s own C# serial port object! Rule of thumb is use the correct driver for the OpSys that you are using.
  • Improved intellisense for SAMD boards (_asm_(x) and _Pragma(x))
  • Free Use: To keep support to a minimum, unlicenced users must update this software before Feb 2019


Buona installazione! Winking smile

Rispondo alla richiesta di un lettore…

Un mio lettore mi ha inviato un’e-mail con una serie di domande … visto che ogni tanto capita che ci siano delle domande ricorrenti sull’acquisto di Visual Studio, su un mio libro introvabile, sull’eventualità che io scriva e pubblichi altri libri, su consigli di altri libri sullo stesso argomento per principianti e così via, ho pensato di pubblicare la mia risposta (chiaramente senza nome del destinatario) in modo da aiutare chiunque avesse gli stessi problemi. Spero che vi possa essere utile! Winking smile


Buonasera …

Prima di rispondere alle domande, vorrei segnalare che non è necessario acquistare la licenza di Visual Studio 2017: infatti da un po’ di tempo (non ricordo se dalla versione 2013 o dalla 2015) esiste “Visual Studio Community 2017”, equivalente in tutto e per tutto alla versione Professional di Visual Studio 2017. Manca qualcosa che serve solo ai team di sviluppo e che quindi non è significativo per gli sviluppatori individuali, quindi può tranquillamente installarlo “a tempo indeterminato”, con licenza che autorizza anche alla produzione di applicazioni destinate alla vendita, quindi non ci sono problemi. Unica accortezza è che non può essere utilizzato da gruppi di oltre 5 sviluppatori oppure all’interno di aziende di medio-grande dimensione (il riferimento se non sbaglio è a 1.000.000 di dollari di fatturato). Per scaricarlo può utilizzare questo link: https://www.visualstudio.com/it/thank-you-downloading-visual-studio/?sku=Community&rel=15.

Per quanto riguarda il mio libro “Visual Basic 2010 spiegato a mia nonna”, è un “tomo” di circa 800 pagine che inizia praticamente dal “livello zero” della programmazione per poi andare gradualmente in crescita, sia per impegno che per difficoltà, fino a un livello medio-avanzato. Leggendo con attenzione i capitoli iniziali e sperimentando in prima persona i programmi sono sicuro che si può raggiungere un livello soddisfacente di autonomia, anche per chi parte da zero.

Il libro in versione cartacea è ormai quasi introvabile, qualche volta vedo che ci sono singoli “resi” all’editore, quindi periodicamente si potrebbe provare a contattarli per vedere se ne è tornato indietro almeno uno. In alternativa è sempre possibile acquistare il libro in versione “ebook”, cioè digitale. Può essere una soluzione per risparmiare qualcosa, anche se io stesso avrei un po’ di difficoltà a leggere a lungo un libro sullo schermo di un PC… con un Kindle potrebbe andare meglio, la versione Kindle è acquistabile da Amazon qui: https://www.amazon.it/Visual-Basic-2010-spiegato-nonna-ebook/dp/B006B1Y6XO. Come vedrà ci sono commenti discordanti: per qualcuno è troppo difficile, per qualcun altro è adatto ai principianti… la valutazione è assolutamente personale ed è difficile affermare con certezza una cosa o l’altra perché dipende anche dall’impegno e dalla costanza che ci si mette e dalle conoscenze acquisite in precedenza.

Nel 2017 avevo ipotizzato di scrivere una versione aggiornata del libro con un nuovo editore (LSWR.it) … senza la nonna, perché il ramo d’azienda è stato acquistato appunto da LSWR.it dove non sono più interessati a questa tipologia di testo (cioè alla nonna!). Con loro ho pubblicato il mio nuovo libro su SQL Server 2016 che però non ha avuto fortuna come i libri precedenti e quindi ho deciso di rinunciare. Non ha senso lavorare un anno per poi raccogliere poco più che “spiccioli”, non so se mi spiego. In futuro non si può mai dire, è possibile che io riveda il testo e lo pubblichi in autonomia su Amazon.it, in modo da avere io qualche guadagno in più e di ridurre il costo del libro per il lettore che lo acquista. Sto anche cercando di sperimentare una applicazione per Microsoft Store, destinata ai PC desktop o portatili con Windows 10, ma il progetto è ancora in corso.

Libri alternativi ne conosco, ma la stragrande maggioranza è in lingua inglese. Per l’Italia io “mi sono ritirato”, l’amico Francesco Balena anche (per gli stessi miei motivi)… gli unici che resistono sono quelli del gruppo di ASPItalia.com che periodicamente escono con un libro scritto in più programmatori, come questo libro su Visual Basic 2015 scritto da ben 6 programmatori: https://www.amazon.it/Visual-basic-2015-completa-sviluppatore/dp/8820371006. Anche in questo caso non mi risulta che sia uscita la versione 2017. Non so se ci stanno lavorando o se hanno rinunciato anche loro, considerato che Visual Studio ormai cambia troppo velocemente: non si fa in tempo a finire di scrivere un libro che esce la nuova versione!

C’è però da dire che per quanto riguarda le basi del linguaggio e la programmazione orientata agli oggetti (OOP) le tecniche sono più o meno le stesse dalla prima versione di VB.NET in poi: sono state aggiunte nuove tecniche, ma la base è la stessa, quindi anche un libro sulla versione 2010 o sulla versione 2015 può andare bene per imparare il linguaggio. Molto spesso cambia l’interfaccia grafica e vengono aggiunte nuove funzionalità a Visual Studio, quindi potrebbero esserci delle differenze sui menu, sulle finestre e su qualche caratteristica modificata o introdotta con la nuova versione.

Spero di aver risposto chiaramente a tutte le domande e spero che lei possa trovare il modo per soddisfare il suo desiderio di imparare Visual Basic!


Un mio nuovo articolo su ioProgrammo di questo mese (n. 222)

Nel n. 222 di IoProgrammo, in edicola a gennaio, potete trovare un mio articolo sulla conversione di applicazioni “Desktop” (Windows Forms o WPF) per Microsoft Store, in modo da poterle veicolare su una piattaforma mondiale che ci permette di vendere i nostri prodotti in modo facile e ben visibile. Non solo: Microsoft Store gestisce i pagamenti dai clienti che installano le nostre app e gestisce i compensi agli autori delle app, fornisce uno strumento facile e trasparente per gli aggiornamenti, via via che li pubblichiamo, e ci permette di monitorare il numero di visitatori alla pagina della app, le installazioni, l’utilizzo e gli eventuali blocchi improvvisi (crash).

Nell’immagine seguente potete vedere la prima di copertina con il titolo del mio articolo evidenziato con un riquadro blu:


IoProgrammo


L’articolo evidenziato in giallo, invece, è stato scritto da Antonio Pelleriti (https://www.facebook.com/antonio.pelleriti) che segnalo perché è un argomento assolutamente interessante.

Buona lettura! Winking smile


Aggiornamento di Visual Studio 2017 alla versione 15.5.4

Pochi giorni fa ho pubblicato un post sull’annuncio di Visual Studio 15.6 (Preview).

Intanto che aspettiamo questa nuova “minor version”, ecco che Visual Studio 2017 viene aggiornato con la versione 15.5.4, ma si tratta solo di un aggiornamento per correggere alcuni bug del software (confrontate qui), quindi non contiene nuove funzionalità.

Visual Studio 2017 version 15.5.4 is now available

Buon aggiornamento! Winking smile

Non fate l’aggiornamento dell’add-in "Arduino for Visual Studio"…

Se avete installato l’add-in “Arduino for Visual Studio” per poter programmare gli sketch direttamente nell’editor di codice di Visual Studio 2017 (o versioni precedenti), probabilmente in questi giorni avrete visto che tra gli aggiornamenti è prevista proprio la nuova versione di questo add-in e precisamente la Release 1801.14 del 14 gennaio 2017.

Se però aprite la pagina dedicata al progetto, dalla quale potete anche scaricare il pacchetto di installazione del prodotto, potrete vedere che le righe di descrizione (le “Release Notes”) della versione che ho appena indicato sono completamente barrate:


image


Non sembrano esserci delle spiegazioni sui motivi che hanno indotto il team di sviluppo a barrare la descrizione e quindi non è dato sapere cosa sia successo, anche perché l’aggiornamento dell’add-in che ho provato in prima persona è andato a buon fine.

Ho provato a creare una nuova applicazione Visual C++ > Visual Micro > Blink Led Example e sembra essere totalmente funzionante, compreso il supporto di IntelliSense per il completamento delle parole chiave del linguaggio e dei parametri delle istruzioni.

Vedremo prossimamente se l’add-in sarà ulteriormente aggiornato o se invece sarà sistemata la pagina di supporto.

Buon Arduino a tutti!  Winking smile


Altri due miei articoli su ioProgrammo

Nel numero di dicembre 2017 di ioProgrammo potete trovare due miei articoli su Machine Learning:

– “Il computer che impara“, algoritmi e tecniche di previsione con un servizio Microsoft

– “SQL Server 2017 è qui!“, con una parte dell’articolo che spiega l’applicazione delle tecniche di Machine Learning in SQL Server.

Se vi interessa l’argomento, quindi, acquistate ioProgrammo!


26903953_10213696427956457_5934473290513948998_n

Buona lettura! Winking smile

Visual Studio 2017 – Annuncio della versione 15.6 (preview)

Il team di sviluppo di Visual Studio 2017 ha annunciato nel suo blog il rilascio della versione 15.6 (in preview) e della versione 7.4 per Mac (anche questa in preview): https://blogs.msdn.microsoft.com/visualstudio/2018/01/10/visual-studio-2017-version-15-6-preview-2-and-visual-studio-for-mac-version-7-4-preview/

Tra le varie novità (nel post precedente avevo segnalato la funzione di duplicazione di righe o blocchi di codice) c’è la possibilità di andare alla definizione dei sorgenti decompilati con ILSpy.

Altre novità riguardano gli strumenti di diagnostica, lo sviluppo in C++, lo sviluppo per Azure, una vista gerarchica per la finestra Test Explorer e aggiornamenti a Xamarin.

Visual Studio 2017 versione 15.6 (Preview)

Nella Preview della versione 15.6 di Visual Studio 2017 è prevista una funzioncina tutto sommato piccola, ma molto utile: invece di utilizzare la Clipboard standard di Windows per copiare linee o interi blocchi di codice con la classica combinazione CTRL+C, CTRL+V ora è possibile utilizzare la combinazione CTRL+E, V. In questo modo non si cancellerà il contenuto della Clipboard di Windows che pertanto resta con il contenuto precedente.

La funzione di duplicazione è disponibile anche nel menu Edit, quindi potete utilizzare il percorso Edit > Duplicate, dopo aver selezionato una o più righe di codice da copiare.

Ecco un paio di immagini:

01

02

(Fonte: Daily .NET Tips – http://dailydotnettips.com/2018/01/12/did-you-know-now-you-can-duplicate-line-of-code-without-loosing-your-clipboard-content-within-visual-studio/)

Un traguardo per questo blog…

Prima che il 2017 fosse terminato, questo blog ha raggiunto un numero di visite piuttosto importante (almeno per me…):

650000

Grazie a tutti! Winking smile